Translate

giovedì 2 febbraio 2017

SEMPLICEMENTE CINA


Nel mese di settembre, si è svolto a Pechino una conferenza Internazionale sui diritti umani (The Sixth Beijing Forum On Human Right), nel quale ho avuto la meravigliosa opportunità di partecipare a tale evento, e devo dire quanto segue: Ho potuto osservare una Cina che cambia per bene, una Cina ben interessata sui temi dei diritti umani, e soprattutto una Cina aperta al mondo, mi sono meravigliato perché, in questo evento ho visto l'interesse del Governo Cinese e del maggiore partito dell'amico Paese Cinese, interessati sui temi che riguardano i diritti umani, e una Cina col desiderio di cambiare. Vale a dire che, Human Right è una società per lo studio sui diritti umani creata in Cina, in cui, durante l'evento ho potuto osservare che ciascuno poteva parlare liberamente senza nessuna limitazione, tanto così che, uno dei principali partecipanti, il giudice della Corte Costituzionale S.E. Prof. Fernando Calle, ha ribadito la necessità di rafforzare il trattato di Roma. Voglio concludere dicendo che, mi auguro che il nostro Ambasciatore accreditato in Cina il S.E. Alberto Bradanini ne prenda considerazione ed interesse di questa società cinese per lo studio sui diritti umani, perché, sono convinto che il nostro Paese potrebbe collaborare molto con l'amico Paese Asiatico, Cina è aperta al mondo, è ben interessata sui diritti umani, e vuole cambiare. A questo evento hanno partecipato diversi personaggi internazionali, tra i quali: Wang Exiang (Vice Presidente della Società Cinese per gli studi sui Diritti Umani), Lou Haocai (Presidente della Società Cinese per gli studi sui Diritti Umani), Maria Perrone (Direttrice delle relazioni internazionali per la cultura di Società Libera - Italia), Chen Shigiu (Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Popolare Cinese), Lord Davidson of Glen Clova (Parlamentare della Camera dei Lord - Inghilterra UK), Christophe Peschoux (Alto Commissario per i diritti umani delle Nazioni Unite - UN), Anne Peters (Direttrice presso l'Istituto Max Planck di diritto pubblico comparato e di diritto internazionale pubblico - Università di Basilea Svizzera), Eric De Brabandere (Università di Leiden - Olanda) e tanti altri di diversi parti del mondo. 

Fonte: http://www.politicamentecorretto.com/index.php?news=61835

 
 
 
 




venerdì 20 gennaio 2017

Italia-Peru. Fabio Porta (PD) incontra a Roma il costituzionalista Fernando Calle Hayen candidato alla Segreteria Generale dell’APRA


All’incontro, presso la sede nazionale del Partito Democratico, hanno partecipato il coordinatore dell’ufficio esteri del PD Luciano Vecchi e il Responsabile del dipartimento italiani nel mondo Eugenio Marino

Presso la sede nazionale del Partito Democratico a Roma si è svolto un incontro tra il candidato alla segreteria generale dell’APRA (il Partito Aprista Peruviano) Fernando Calle Hayen e i dirigenti del Partito Democratico Luciano Vecchi e Eugenio Marino.

Nel corso dell’incontro, organizzato dal deputato italiano Fabio Porta, eletto in America Meridionale per il PD e Presidente del Comitato italiani nel mondo e promozione del Sistema Paese della Camera dei Deputati, sono state affrontate varie tematiche di carattere bilaterale e internazionale, con riferimento sia ai rapporti tra l’Italia e il Perù che alle dinamiche regionali e multilaterali relative ad Europa e America Latina; sono state altresì trattate le questioni attinenti alla presenza delle collettività italiane in Perù e peruviane in Italia.

Luciano Vecchi, coordinatore dell’ufficio esteri del Partito Democratico, ha espresso all’illustre giurista e costituzionalista peruviano gli auguri del PD e ha rinnovato l’intenzione del partito di proseguire con le già buone relazioni bilaterali tra i due Paesi; Eugenio Marino, responsabile del dipartimento italiani nel mondo del PD, ha invece ribadito il grande interesse nonché l’impegno del partito a sostegno delle rivendicazioni della comunità italiana in Perù, prima tra tutte quella relativa alla stipula di una convenzione bilaterale di sicurezza sociale.

L’avvocato Calle Hayen, in Italia per una serie di importanti incontri a livello politico-istituzionale, ha manifestato ai dirigenti del Partito Democratico italiano la personale riconoscenza e l’apprezzamento per il rinnovato interesse manifestato dal governo italiano nei confronti del continente latino-americano e in particolare del Perù, Paese recentemente visitato dall’allora Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Fonte:

http://fabioporta.com/italia-peru-fabio-porta-pd-incontra-roma-il-costituzionalista-fernando-calle-ayen-candidato-alla-segreteria-generale-dellapra/

https://www.partitodemocratico.it/document/italia-peru-fabio-porta-incontra-costituzionalista-fernando-calle-ayen-candidato-alla-segreteria-generale-dellapra/

https://article.wn.com/view/2017/01/13/ItaliaPeru_Fabio_Porta_PD_incontra_a_Roma_il_costituzionalis/

http://www.usefinternational.org/brevi-dal-mondo/63-brevi-dal-mondo/12168-notizie-dal-mondo-14-gennaio-2017-

http://comunicazioneinform.it/fabio-porta-pd-incontra-a-roma-il-costituzionalista-peruviano-fernando-calle-ayen-candidato-alla-segreteria-generale-dellapra/

http://www.ilmessaggeroip.com/fabio-porta-fernando-calle/

http://www.aise.it/anno/italiaper%C3%B9-porta-pd-incontra-a-roma-il-costituzionalista-fernando-calle-ayen-candidato-alla-segreteria-generale-dellapra/79036/1

http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=43770

http://www.le-ultime-notizie.eu/articulo/italia-peru-porta-pd-incontra-a-roma-il-costituzionalista-fernando-calle-ayen-candidato-alla-segreteria-generale-dell-apra/2583147

lunedì 28 novembre 2016

Scrive Alberto Calle: Emergenza immigrazione - Indian New Secret Missle - How Powerful are Indian Nuclear Weapons ?


Mi dispiace che i giornalisti in Italia, parlino spesso dell’immigrazione, dimenticando un altro dramma umano, che tra l’altro, coinvolge i nostri connazionali, parlo della decisione di Whirpool di chiudere gli stabilimenti, facendo aumentare la disoccupazione, soprattutto in Caserta, forse i giornalisti Italiani ne dovrebbero ....

Fonte:

http://www.makemefeed.com/2015/04/24/scrive-alberto-calle-emergenza-immigrazione-133722.html








"FERNANDO CALLE " ¿ ESTÀ EN JUEGO LA INSTITUCIONALIDAD ? - Apra sin Víctor Raúl XXIX

 
 
 
 
 
 
 

La autopista del hachís: Alijo de droga en Doñana - Vigilancia Aduanera(SVA) - Las interminables vacaciones del rey de Marruecos - الجالية المغربية / رعايا المملكة بالمهجر/ 2010/04/29


 
 

Las interminables vacaciones del rey de Marruecos

https://www.youtube.com/watch?v=IbVZGeYHTSc


La notizia di Manlio Dinucci - Missili Usa in Romania e Polonia: l’Europa sul fronte nucleare - Romanian police break up "slavery" gang rescuing dozens of youngsters - Romania: Thousands join protests calling for political reform - Vedetele fac RAVAGII pe plaja cu forme apetisante si muschi tonifiati







https://www.youtube.com/watch?v=IbVZGeYHTSc

giovedì 3 novembre 2016

DICIAMO NO A UN INTERVENTO IN SIRIA - TOP 7 Most Powerful Weapons in INDIAN ARMED FORCES 2015 - BAGARRE ALLA CAMERA: LITE TRA RENZI E BRUNETTA, SCONTRO CON M5S E LEGA NORD - Alessandro Di Battista senza vergogna : slingua il Porro e mente sugli stipendi - PTV news 10 Ottobre 2016 - Siria, è scontro al Consiglio di Sicurezza


Voglio assolutamente porgere le mie congratulazioni al nostro Ministro degli Esteri Emma Bonino e al nostro Presidente del Consiglio Enrico Letta, il nostro Paese ha fatto bene a dire che, l'Italia non parteciperà a un possibile intervento militare contro Siria, eppure non dobbiamo autorizzare qualsiasi tipo di utilizzazione delle basi nato presenti sul nostro territorio, ma non tanto perché non si partecipa senza un mandato delle Nazioni Unite, anzi, dobbiamo dire che è meglio non partecipare a nessuna azione militare finché i nostri due marò non rientrino a casa loro, questa è un'occasione perché si faccia pressione sulla comunità internazionale affinché, influiscano sull'India a far rispettare il diritto internazionale, il nostro governo deve farli rientrare prima delle prossime elezioni politiche indiane che, probabilmente si terranno nel 2014. Ad ogni modo, un intervento militare in questo momento non è opportuno, anzi, come bene la detto il Papa, rischia di diventare una guerra mondiale, solo basta ricordare che in Siria esiste una base militare Russa (Base Navale Russa a Tartus), in cui, il 17 maggio, la Russia ha inviato una decina di navi da guerra, a quanto pare, intende ammonire agli Stati Uniti a non intervenire nel conflitto siriano, inoltre, a quanto sembra da fonti di intelligence americana, la Russia ha inviato avanzati missili da crociera antinave della tipologia Yakhont alla Siria e sono dotati di radar avanzati che li rende più efficaci, una formidabile arma. Voglio ricordare che, il Parlamento Britannico ha bocciato la proposta di David Cameron di intervenire in Siria, vale a dire, che il Parlamento ha votato contro la proposta del governo britannico, mi auguro che il lunedì 9 settembre p.v. il Parlamento (Senato) americano gli dica no all'intervento militare, anche perché potrebbe pesare sulla ripresa economica.

Fonte: http://www.politicamentecorretto.com/index.php?news=60798